Shatush, balayage, degradé e mèches: le differenze

Shatush, balayage, degradé a Cellole, mèches…nel mondo dell’hairstylist esistono tanti trattamenti per capelli, ognuno con un preciso effetto e scopo.  E tu conosci le differenze? Scopriamole insieme!

Shatush

Lo Shatush è la tecnica di schiaritura più famosa e forse la più amata degli ultimi anni. Nasce negli anni ’60 in America ed è stata portata in auge in Italia da Aldo Coppola. Consiste nel decolorare la parte finale dei capelli, lasciando la base volutamente scura e sfumando il colore in maniera naturale. Si può creare poco o molto contrasto con la radice, a seconda del grado di schiaritura desiderata.  Lo shatush è perfetto per donare vitalità e luce e cambiare look senza stravolgere.

Balayage

Il Balayage è una tecnica francese che dona una luminosità su tutti i capelli. Il colore o lo schiarente viene applicato con un pettine, isolato con del cotone e sigillato con trasparente. Con questa tecnica non è possibile schiarire molti toni. E’ adatto a basi chiare, scure e castane.

 

Degradé a Cellole

Il Degradè è una tecnica di schiaritura e colorazione che usa diverse sfumature allo stesso tempo lavorando le ciocche in maniera verticale. L’obiettivo è quello di creare un colore multi-sfacettato con svariate sfumature tono su tono che conferiranno estrema luminosità e volume ai capelli. Si adatta a tutte le basi poichè il colore è estremamente personalizzato! Cerchi un parrucchiere specializzato nella tecnica degradè a Cellole? Prenota subito un appuntamento presso il salone Style Look!

Mechés

Colpi di sole e mechés sono entrambe tecniche di schiarutura che si usano da molto tempo. Le ciocche che verranno schiarite sono isolate l’una all’altra con della stagnola che permette una forte schiaritura in poco tempo. Le schiariture inizia molto vicino alla radice per un effetto chiaro abbastanza uniforme. A seconda della grossezza e quantità delle ciocche schiarite, il risultato finale sarà naturale o molto grafico.