Scopri di più sulla narcolessia

Avrai sicuramente sentito parlare della narcolessia, quella strana malattia che provoca attacchi di sonno incontrollabili e ti chiederai cosa la provoca e se esiste una cura.

Iniziamo col dire che la narcolessia è una malattia rara che, tuttavia, colpisce una percentuale sempre più crescente della popolazionesi e che è, a tutti gli effetti, un grave disturbo dell’eccitazione che provoca attacchi di sonno irrefrenabili e sonnolenza eccessiva.

La narcolessia, a seconda del grado di gravità, tende ad avere un impatto su tutti gli aspetti della vita personale, professionale, sociale e familiare.

Principali sintomi della narcolessia

  • Sonnolenza diurna eccessiva che si manifesta quotidianamente
  • Irrefrenabili e improvvisi attacchi di sonno che possono verificarsi durante il giorno, purtroppo, anche durante attività come mangiare, guidare, lavorare, il che rende questa malattia anche pericolosa.

La ricerca ha stabilito che la narcolessia è attribuita all’interruzione della secrezione di un neurotrasmettitore il cui nome è ipocretina e che risulta in un funzionamento anomalo dei meccanismi di regolazione del ciclo sonno-veglia. Non è nota l’origine di questa interruzione ma si presume potrebbe essere di origine genetica o immunologica.

Esistono cure per la narcolessia?

Ad oggi, non esistono vere e proprie cure per questa malattia. I pazienti possono essere trattati con antidepressivi che contrastano gli “attacchi di sonno” e possono essere prescritti anche diversi trattamenti farmacologici per stimolare la vigilanza. Tuttavia, bisogna ricordare che questi trattamenti limitano semplicemente i sintomi, senza curare i malati, quindi, la cura della narcolessia consiste essenzialmente in una buona gestione del sonno.

Dove tenersi aggiornati sulla narcolessia

Su Narcolessia.Blog trovi tutte le informazioni inerenti la narcolessia e puoi anche leggere aggiornamenti interessanti sui passi fatti dalla ricerca ma. soprattutto, narcolessia.blog funge da piattaforma di scambio di esperienze e consigli pratici per convivere con la patologia.

Per essere sempre aggiornato sulla narcolessia, visita il sito https://www.narcolessia.blog/ !